Chi siamo

L’idea dietro a questa iniziativa è nata da 4 studentesse universitarie. Tutte noi avevamo storie da raccontare ma trovavamo difficile parlare di violenze e discriminazioni, anche tra amici. 

Quando finalmente una di noi ha condiviso la propria storia, questa è stata seguita da tantissime altre testimonianze che hanno creato un effetto a catena. 

Questo ci ha fatto comprendere l’importanza di condividere la propria storia, per noi stesse e per tane altre donne che si trovano in difficoltà o in situazioni simili. 

Ci siamo rese conto che mancava un sistema di supporto che facesse sentire le donne meno sole e che le incoraggiasse ad aprirsi e raccontare senza essere giudicate. Per questo motivo abbiamo creato InsightOut. 

Our Aims

Creare una comunità

Creare un luogo in cui ci possiamo supportare ed aiutare a vicenda nelle difficoltà che incontriamo giornalmente

Rompere il silenzio


Iniziare a parlare di violenza e discriminazione è la chiave per evitare che queste cose succedano in primo luogo

Uno spazio per condividere


Questo è uno spazio sicuro dove le donne possono condividere le proprie esperienze

Can the silence be broken? The first step in breaking the silence is the publication of articles and surveys which can outline the problems and make women aware that they are not alone if they have suffered harassment. The sharing of stories will help women understand their experiences and act collectively to stop them.
blur, blurred, book
Charlotte Macdonald
"The vote, the Pill and the Demon Drink: A history of feminist writing in New Zeland" (1993)